“20 Slices” il libro le cui pagine sono fette di formaggio

A cosa somiglierebbe un libro se fosse un’opera d’arte? Potrebbe essere una crisalide di carta scura che si spiega per rivelare al suo interno un minuscolo libro dalla forma circolare, oppure otto libretti di forma triangolare che uniti creano una crostata di ciliegie, tenuti insieme da una busta per il cibo d’asporto.
20 Slices” (20 Fette) è il lavoro di Ben Denzer, artista e grafico di New York. I libri di Denzer contengono pagine fatte di pacchetti di dolcificante, dal titolo “20 Sweetners”, e pacchetti di ketchup come in “5 Ketchups”, del quale sono state prodotte 50 copie e distribuito all’interno del negozio di souvenir del Whitney Museum di Manhattan. “20 Slices” è la sua prima creazione edibile, e viene venduta per 200 dollari.
La domanda che questo artista si pone sin dei tempi del college è “Cos’è un libro esattamente?“. I suoi lavori durante gli studi a Princeton sono stati ispirati dall’idea che si tende ad ignorare il fatto che un libro sia meramente un oggetto per via del suo contenuto, l’idea è stata poi sviluppata per la prima volta durante un’esibizione all’ultimo anno di università: libri con le ruote, chiusi con dei chiodi, libri utilizzati come scaffali per altri libri, e altre metamorfosi che enfatizzano le proprietà materiali piuttosto che i contenuti.
Denzer spiega “riempire le pagine di un libro richiede molto tempo, così ho cercato di trovare qualcosa che mi permettesse di dare contenuto ad un libro in tempi brevissimi“.
Uno dei quesiti maggiormente posti è come preservare la freschezza del libro; poiché nonostante i conservanti presenti in gran quantità nel formaggio americano purtroppo non potrà durare per sempre.

di M. Beatrice Rizzo 

Lascia un Commento