365 giorni in Toscana: un libro per tutto l’anno

di Nicolò Lucarelli

Condottieri, sovrani, pittori, inventori, uomini politici, scrittori, santi e scienziati; tanti di loro hanno avuto i natali in Toscana, e con la loro personalità hanno arricchito la storia di questa regione che, in un certo senso, è il simbolo dell’Italia nel mondo.

Eugenio Giani, uomo politico e cultore di storia locale, ha ideato un grazioso e interessante volume che ripercorre giorno per giorno i fatti e i personaggi più importanti lungo due millenni di storia, da Catilina alla tramvia fiorentina, passando per i Guelfi e Ghibellini, il Granducato dei Medici prima e dei Lorena poi, il Regno d’Italia e l’avvento della Repubblica. E ancora, Dante, Leonardo, Lorenzo il Magnifico, il Barone Ricasoli, e personaggi minori, ma ugualmente importanti, come Mario Guarnacci o Filippo Parlatore. Cultura, costume, politica, scienza, tecnica, arte, tutto trova posto con il ritmo degli almanacchi e dei lunari, tanto cari a quella società contadina dalla quale, in fondo, il toscano moderno non si è mai allontanato, conservando un profondo attaccamento alle tradizioni, alle feste, a usi culinari rimasti immutati dal Medioevo. Scritto con quella semplicità che è l’anima del popolo toscano, il libro spazia fra personaggi illustri e avvenimenti importanti di storia, arte, letteratura, mondanità, e costituisce un bell’esempio di cultura popolare, la sola, del resto, che alligni in Toscana; che è terra parca, sobria, pragmatica.

Un viaggio nella storia, ma anche nell’arte e nel paesaggio, di cui si scoprono aspetti inconsueti, dimenticati, eppure affascinanti. E si scopre anche come la Toscana sia stata un territorio denso di eventi, anche drammatici, come le aspre battaglie che nel Medioevo insanguinarono le sue città. Che pure furono rese meravigliose dai tanti artisti e architetti, locali e non, che qui lavorarono e resero immortale il loro genio.

E poiché la storia e le tradizioni di un popolo e di un territorio ne costituiscono il patrimonio spirituale, è doveroso conservarle e tramandarle, affinché le future generazioni possano capire le loro radici, e apprezzare appieno il significato di usi e costumi che si tramandano immutati da secoli. Un patrimonio d’inestimabile valore, che l’appiattimento portato dalla globalizzazione minaccia di poter un giorno disperdere; per questa ragione libri del genere potrebbero essere introdotti nelle scuole, e contribuire al mantenimento dell’identità toscana, un patrimonio che, ricordiamolo, il mondo c’invidia.

 

Eugenio Giani

La Toscana giorno per giorno

Ed. Sarnus, 2018-12-19

pp. 413, Euro 24,00

Lascia un Commento