A Porto Empedocle una statua per Andrea Camilleri

Una vita per la cultura, un vero e proprio “Autore-Paese” che ha attraversato con passo colto, ironico e gentile la storia italiana tra XX e XXI secolo, rimanendo sempre lucido e attuale. Andrea Camilleri è stato un intellettuale cross-mediale, capace di abitare con agilità e padronanza teatro, televisione, cinema e soprattutto letteratura, con oltre 100 libri pubblicati.
Una vita per la cultura a tutto tondo. Camilleri è stato un intellettuale totale. Negli anni iniziali della sua carriera, tra ’50 e ’70, coniuga in primis teatro e televisione, lavorando a Roma nella Rai sotto la direzione di Ettore Bernabei ma anche come docente al Centro sperimentale di cinematografia e all’Accademia d’arte drammatica Silvio d’Amico. E proprio alla Silvio d’Amico negli anni Ottanta ha come allievo un giovane Luca Zingaretti, che poi sceglierà insieme a Carlo Degli Esposti negli anni ’90 per dare volto alla sua creatura letteraria Salvo Montalbano. Alla scrittura Andrea Camilleri arriva relativamente “tardi”, solo nel 1978, ma in neanche una manciata di decenni scrive oltre 100 romanzi, alternando racconti storici nella sua Sicilia con opere di finzione; ancora, pagine di taglio teatrale con dialoghi folgoranti ma soprattutto romanzi gialli polizieschi, con cui riscrive le regole del genere letterario con un uso innovativo del dialetto.
Proprio per la sua grandezza ed il suo modo educato di arrivare al cuore delle persone è di questi giorni la bellissima iniziativa di Porto Empedocle: il comune renderà omaggio alla memoria di Andrea Camilleri “riportandolo”, anche se sotto forma di statua, nella sua città. In via Roma, seduto al tavolino di un bar, sarà collocata una scultura dello scrittore mentre beve una birra e fuma una sigaretta. Un momento di relax che Camilleri si concedeva ogni volta che tornava nella sua Porto Empedocle. Un’immagine che ricorda la statua di Fernando Pessoa, seduto al caffè “A Brasileira” di Lisbona, negli anni divenuta una vera e propria attrazione turistica.
Si tratta di una delle idee sulle quali lavoreranno il Comune e l’associazione Strada degli scrittori, come hanno annunciato il sindaco di Porto Empedocle Ida Carmina e il direttore dell’associazione Felice Cavallaro. L’annuncio è stato dato nel parco ferroviario di Vigata, trasformato in teatro per ricordare lo scrittore nel giorno in cui avrebbe compiuto i suoi novantaquattro anni. Nei prossimi mesi sarà proposto un concorso di idee per la realizzazione della statua da posizionare lungo la via Roma, a pochi passi dalla scultura che ritrae il commissario Montalbano e da quella di Luigi Pirandello. Un caso unico quello delle statue che a pochi metri di distanza rappresenteranno il popolare personaggio di tanti racconti, il suo autore e il saldo punto di riferimento letterario di Camilleri.

Caterina Lucia 

Lascia un Commento