Al via la IX edizione di Europa in versi, Festival Internazionale di Poesia

Torna per il nono anno consecutivo Europa in versi,  organizzato dalla Casa della Poesia di Como, con tanti poeti di rilevanza nazionale e internazionale. “La poesia e l’altro” è il tema di questa edizione: viene data attenzione alla capacità di comprendere lo stato d’animo altrui, di capire “l’altro da sé”, comprenderne i sentimenti, apprezzare la ricchezza che culture diverse dalla nostra possono portare, mantenendo sempre viva tuttavia la propria identità culturale.
“Il poetry slam è una competizione in cui i poeti recitano i loro versi, gareggiano fra loro in modo amichevole, dove l’unica   protagonista è la poesia. È un modo coinvolgente, di proporre questo genere letterario in un clima di totale serenità e amicizia. Il pubblico non assiste solo passivamente alla lettura, ma partecipa attivamente. Infatti la giuria che decreta il vincitore della gara è composta da persone estratte a sorte tra il pubblico. L’anno scorso sono stati ospiti sul Lago di Como sei performer e il successo è stato davvero grande. Davanti a un pubblico divertito, ho compreso che la poesia, oggi, è anche lettura dinamica, come quella che viene proposta da loro” afferma Laura Garavaglia, presidentessa della Casa della Poesia di Como
Protagonisti anche di questa edizione, quindi, sono gli slammer: poeti-performer campioni nei loro Paesi e alcuni campioni del mondo di Poetry Slam. Questi poeti legano i loro versi al linguaggio del corpo, alla modulazione della voce, creando un vero e proprio “spettacolo della poesia” e recitano un ritmo appassionante e serrato.
La prima tappa sarà a Milano, venerdì 12 aprile alla Sala Conferenze di Palazzo Reale (Piazza Duomo 14) con uno spettacolo di poeti-performer che si alternano a letture di altri poeti sempre partecipanti al Festival, con la partecipazione di  Marc Kelly Smith (USA) “Slampapi”, l’inventore del Poetry Slam negli anni ‘80 a Chicago, che dallo storico locale Green Mill si è poi diffuso in tutti gli Stati Uniti per sbarcare e diffondersi velocemente anche in Europa. Un’icona della poesia performative che sarà ospite d’onore del Festival.
Il programma del Festival è molto ricco e continuerà fino al 14 aprile con tanti appuntamenti, tra questi il “Premio Internazionale di Poesia e narrativa Europa in versi”. Il premio si articola in varie sezioni, tra cui una interamente dedicata ai giovani. Presidenti di giuria rispettivamente della Poesia e della Narrativa, il poeta Milo De Angelis e il Professor Luciano Monti.

Per ulteriori informazioni:
www.europainversi.org

Dal 12 al 14 aprile 2019
Sala Congressi di Palazzo Reale, Milano, Villa Gallia

Lascia un Commento