Atlantide. Viaggio alla ricerca della bellezza

di Davide Amidani

Un libro che racconta di un’esperienza tra terra e acqua, che oscilla tra sogno e metodo, tra il costante desiderio di scoperta e l’intima necessità di tornare, presto o tardi, alle proprie radici. Da Genova  a Itaca, a bordo della nave oceanografica Ammiraglio Magnaghi, Renzo Piano e il figlio Carlo cercano Atlantide, metafora di perfezione e bellezza. La stessa esperienza, vissuta a bordo della medesima imbarcazione, viene raccontata attraverso sensibilità diverse, frutto di percorsi di vita e scelte personali differenti: è come se tra padre e figlio avvenisse un ideale passaggio di pennello per lavorare alla stessa tela, fianco a fianco. Il quadro d’insieme propone quei luoghi, quelle persone, grazie ai quali l’architetto, nel corso di una vita, ha saputo dare forma alla sua idea di architettura, realizzando le sue opere, i tasselli della ricerca infinita e necessaria della perfezione. Il viaggio, durato due anni, si perde negli spazi sconfinati dell’oceano Pacifico, ritrova riferimenti più sicuri sulle rive del Tamigi e della Senna, raggiunge Atene, il Golden Gate Park di San Francisco e la Baia di Osaka: le pagine che il figlio Carlo, giornalista di professione, ci consegna, sono accompagnate dalla puntuale descrizione di ciò che ogni tappa regala ai due viaggiatori e di quelle storie che hanno visto il padre protagonista durante il concepimento e la messa in opera delle sue opere. Le stesse immagini, gli stessi spazi vengono poi raccontati dall’altro esploratore, il padre Renzo, in quell’ideale passaggio del pennello che accompagna tutto il libro: ora i tocchi dell’architetto sono scevri dal rigore tipico di un diario di viaggio, fatto di descrizioni puntuali e meticolose; le immagini risultano sognanti, arricchite più da sensazioni che da fatti, quelle sensazioni che i luoghi consegnarono all’architetto Renzo quando l’idea era nulla di più di qualche appunto e schizzo e che gli stessi spazi restituiscono ora che l’esploratore è nuovamente difronte all’opera compiuta. In questa ricerca di bellezza, il rigoroso esploratore trova l’imperfezione che ogni progetto porta con sé: “tante cose sono state fatte ma quella giusta non l’ho ancora fatta”. E allora non resta che continuare il viaggio.

Carlo e Renzo Piano

Atlantide. Viaggio alla ricerca della bellezza

Feltrinelli ,2019

pp. 295, Euro 19,00

 

 

Lascia un Commento