Campania Felix, Festival della letteratura per ragazzi e giovani

L’Associazione Obiettivo terzo Millennio, la Fondazione Premio Cimitile e il Comune di Nola, il 18, 19 e 20 Maggio, organizzano a Nola – Na, la prima edizione di “Campania Felix. Festival della letteratura per ragazzi e giovani”. Il Festival aprirà i battenti Giovedì 18 Maggio a Piazza Duomo nel cuore della città d’arte Bruniana Nolana, Patrimonio dell’Unesco per la millenaria festa dei Gigli, con la premiazione della borsa di studio “Lettura e scrittura creativa, la fiaba più bella, il racconto più bello”, rivolta a tutte le scuole di ogni ordine e grado della Regione Campania con l’obiettivo di avvicinare bambini, ragazzi e giovani alla lettura e alla scrittura. Nell’arco dei tre giorni ci saranno incontri con autori, il Festival e gli atelier creativi, il Festival incontra la scuola, musica, teatro, spettacolo, con la partecipazione delle scuole del territorio e il coinvolgimento di circa 1200 ragazzi, che leggeranno i libri e faranno parte della giuria che nella serata conclusiva Sabato 20 Maggio assegneranno alla migliore opera inedita di narrativa per ragazzi, il Premio “Campania Felix. Letteratura Festival 2017” e la pubblicazione dell’opera su tutto il territorio nazionale da parte della Casa Editrice Medusa. Il Festival voluto e curato da Felice Napolitano, socio di Obiettivo Terzo Millennio e Presidente della Fondazione Premio Cimitile, Istituto di Alta Cultura della Regione Campania, che organizza la rassegna letteraria nazionale “Premio Cimitile” che quest’anno giunge alla XXII edizione, si pone come obiettivo quello di promuovere e sviluppare il gusto alla lettura, riavvicinare i giovani studenti e la gente comune alla cultura, al libro, alla letteratura, la promozione culturale, la conoscenza e la valorizzazione delle bellezze artistiche e paesaggistiche del territorio, in quanto il libro costituisce la base per ogni arricchimento sociale e culturale, senza il quale, difficilmente si raggiungono risultati sul piano sociale, quindi, sempre libro e cultura devono camminare di pari passo.

 

 

Lascia un Commento