“Città di Carne”. Poesia di Aurora De Luca

Questa settimana il tema scelto per la sezione L’angolo della Poesia è “La città”:  città di origine, di ispirazione poetica, città sognata, città amata, città maltrattata.
Le poesie saranno, come sempre, selezionate dalla nostra collaboratrice Fiorella Cappelli (che potete contattare via email a fiorellacomunicazioni@yahoo.it, sito www.fiocarella.blogspot.it).

La poesia di oggi è di Aurora De Luca, giovane poetessa dei Castelli Romani, che presenta la città in metafora, fatta corpo e anima delle sue sofferenze.

Città di Carne
Il confine è la mia pelle abbattuta,
la mia città
di pori e strade
dove il sole andava salutando
i miei abitanti.
La mia città crolla
come tumulto di terra,
come titano che si piega.
Senza pelle
esposta tutta al grido del vento
che si arrotola fosco
su città di carne,
chinate.
Di domani è l’alba
cui s’arrende la luce.
Aurora De Luca
Dalla Raccolta Cellulosa, Secondo premio Città di Pomezia
http://www.leggeretutti.net/site/a-barcellona-con-amareleggere/

Lascia un Commento