Claudia Mecozzi: “Io e la vita”

 

di Francesco Toniarini Dorazi

 

Il diario di un bambino ormai adulto, che ha riversato lì dentro le sue ansie, le sue paure e le sue angosce. Una donna, una figlia, che dopo la morte di suo padre trova questo diario, dal quale emerge il suo doloroso passato di orfano. Un dialogo, il loro, che lotta contro il tempo e lo spazio, per superare quel dolore che li imbriglia, che li condiziona che impedisce loro di vivere.

Io e la vita, di Claudia Mecozzi edito da La Rondine Edizioni, è tutto questo e anche di più. Il protagonista, il padre, è un uomo che fatica a trovare la sua strada e che in qualche modo conduce anche sua figlia in un tunnel di paura emotiva con cui non riuscire a confrontarsi. Sarà proprio lei a farlo parlare, ad amarlo e nutrirlo di quel sentimento d’amore che possa – ovunque egli sia – ridargli fiducia nei rapporti e nel fatto che il suo ruolo di figlio e poi di padre non ha distrutto la vita a nessuno.

Per assolverlo e far sì che egli stesso si autoassolva. Affinché in questa assoluzione, entrambi trovino la pace.

 

Claudia Mecozzi

Io e la vita

La Rondine, 2019

pp. 104, Euro 9,90

 

N.B. Recensione pubblicata sul numero 132 di Leggere:tutti. Su tale numero per errore, è stato indicato Claudio Mecozzi come autore del libro (anzichè Claudia Mecozzi) , e La Ruota come casa editrice (anzichè La Rondine). Ci scusiamo con i lettori e con i diretti interessati per il doppio refuso.

 

Lascia un Commento