Conoscete il termine svapare?

L’Accademia Della Crusca ha sul suo sito una sezione in cui è possibile segnalare le nuove parole di uso comune o specifiche per alcuni settori.
Ma sono poi così tanto diffusi i termini segnalati?
A fianco di parole che oramai sembra strano che non siano sempre esistite come autoproduzione, taggare, skillato o no-global riconosciuta nel 2001, ve ne sono altre che nascono da abitudini di vita diverse. Fino a pochi anni fa, chi avrebbe mai proposto di vedersi per un apericena? Ce ne sono altre invece che camminano a braccetto con il mondo delle tecnologie, come whatsappare o googolare. Curioso leggere che per una parola come “badante” si faccia risalire il suo uso attuale al 2002. Ci sono termini poi che nascono nel mondo giovanile e lì spesso rimangono, ma che a volte vengono riconosciute addirittura dall’Accademia della Crusca come “svapare” che si legge essere: ”verbo che indica l’atto di fumare una sigaretta elettronica tramite uno strumento costituito da una batteria ricaricabile, un circuito elettrico, un filtro e un vaporizzatore, che può prendere a sua volta il nome svap…”

Lascia un Commento