Costanza Frola e Fernando Zaccaria vincono l’edizione 2018 di Caffè Letterario e Fuori Fuoco Moak

Costanza Frola,  33 anni di Torino, con il racconto “”Maria Antonia: la Morte e la tazzina di caffè” vince la 17° edizione di Caffè Letterario Moak. Primo classificato di Fuori Fuoco – concorso internazionale di fotografia – è invece Fernando Zaccaria – fotografo che si divide tra New York e l’Italia – con l’opera fotografica “Semiosis caffè pittografico”.

I vincitori dei due concorsi promossi da Caffè Moak sono stati proclamati sabato (27 ottobre) a Modica, nel cuore della produzione Moak, durante la 17° Serata di Premiazione, condotta da Betty Senatore (Radio Capital).

Ospiti d’eccezione Le Sorelle Marinetti, i tre attori cantanti che hanno affiancato Arisa a Sanremo (2010) e Vinicio Capossela (in “Marinai profeti e balene”). Il trio vocale della canzonetta swingata, ha riportato il pubblico negli anni ’30, che in quegli anni ebbe tanta fortuna, grazie anche alla capillare penetrazione nelle case degli Italiani del mezzo radiofonico.

La giuria della XVII edizione di Caffè Letterario Moak – presieduta da Piero Dorfles (giornalista e critico letterario), Nadia Terranova (collabora con Il Sole 24 ore, Internazionale e Il Foglio), Enza Campino (responsabile della rubrica Parola di libraio, de Il Sole 24 Ore), Luca Nicolini (ideatore Festival letteratura Mantova) e Antonio Pascale (giornalista e scrittore) - ha assegnato il secondo premio al racconto “Il sacro rito di Zito Caffè” di Renzo Brollo.

Terzo posto per Sara Formisano, 29 anni di Torre Annunziata (Napoli) con il racconto “Caffè americano”, che ha anche ricevuto il riconoscimento del Premio Belgiorno per essere stata la scrittrice più giovane e talentuosa. I dieci inediti selezionati dalla giuria saranno pubblicati nell’antologia “I racconti sul caffè”, che da quest’anno saranno distribuiti in formato digitale.

La giuria della V edizione di Fuori Fuori Moak – presieduta da Laura Serani (autrice e curatrice di prestigiosi festival internazionali di fotografia) e da Vicky Gitto (Direttore Creativo e Presidente Art Directors Club Italiano), Jacques Borgetto (fotografo), Marco Lentini (art director for[me]moak), Giovanna Calvenzi (photo editor) e Alessia Locatelli (critica d’arte contemporanea e fotografica) – ha poi premiato il 2° classificato Salvatore Zito con l’opera fotografica “Recall eterne icone”, mentre il terzo premio è andato a Alberto Schettino, con i tre scatti “La danza degli aromi” .

Betty ha poi chiamato sul palco Vincenzo Castellana di Abadir (Accademia di Belle Arti di Catania) e Annalisa Spadola, direttore marketing di Caffè Moak, per presentare la 3° edizione di Sicilia Felicissima, il concorso indetto da Abadir, Aiap e Moak, rivolto a designer, aziende e studenti che hanno sviluppato negli ultimi dieci anni progetti di comunicazione visiva legati al territorio siciliano.

Partner della serata le aziende siciliane che con Moak condividono gli stessi valori: Birrificio Tarì, Cantine Marilina, Fioreria Pollice Verde, Arùci, Sygla e Libreria Mondadori Modica

 

www.caffemoak.com

Lascia un Commento