“Flybrary”: libri in alta quota per i piccoli viaggiatori

Il 15 luglio partirà l’iniziativa “Flybrary” per aiutare i bambini europei a riscoprire il piacere della lettura.
Easy Jet, la famosa compagnia aerea britannica low cost, lancia un nuovo servizio per i suoi clienti più piccoli: “Flybrary”. A partire dal 15 luglio saranno disponibili su più di 300 voli europei circa 60.000 libri, dedicati ai piccoli viaggiatori che potranno scegliere, insieme ai loro genitori, una lettura, tra i vari titoli, per poter godersi in pieno il loro viaggio.
Dopo aver letto il libro insieme, sarà possibile lasciarlo nella tasca di fronte al proprio sedile per il prossimo bambino. I libri saranno adatti per i viaggiatori tra i 3 e gli 11 anni e saranno disponibili in circa 7 lingue, tra cui anche l’italiano.
L’idea è partita dall’associazione inglese “National Literacy Trust” che cerca, con le proprie attività e campagne, di aumentare il grado d’alfabetizzazione all’interno della Gran Bretagna. In questa maniera, grazie anche alla collaborazione di Easy Jet e della casa editrice HarperCollins, si avrà per la prima volta una “Biblioteca volante”.
Tra i libri, tradotti in italiano, ci saranno “Animali fantastici e dove trovarli”, “Notizie da dietro le quinte, i retroscena della magia” “Fancy Nancy” e “Rory Branagan il detective”.
Inoltre, in inglese, vi saranno anche le nuove pubblicazioni dello scrittore Robert Biddulph. Lui, con Katie Piper, una filantropa e presentatrice televisiva britannica, hanno lanciato l’iniziativa lo scorso 10 luglio con la lettura di alcuni libri per bambini e un firma-copie all’aeroporto di Luton di Londra. Proprio in occasione dell’evento la Piper ha dichiarato, nel video-promo di EasyJet, che lei trova questa iniziativa vincente in quanto “leggere insieme, in famiglia è molto importante, inoltre spinge i bambini all’immaginazione. Il volo è una fantastica opportunità per poter dedicare un po’ di tempo a leggere con i propri bambini. Su un volo hanno la possibilità di concentrarsi veramente, non hanno nessun’altra distrazione”. Intanto, a Luton e anche a Gatwick, continuano una serie di iniziative, attività ed eventi, nei differenti Terminal, rivolti ai più piccoli per incoraggiarli alla lettura.
“Flylibrary” è nata in seguito a una ricerca fatta da EasyJet che mostra come circa 1 bambino su 5 non ha visitato una libreria nell’ultimo anno e come il 75% dei genitori sia preoccupato che il proprio figlio non possieda un vocabolario abbastanza vasto, a causa delle poche letture.
Con questa campagna EasyJet spera, come dichiarato da Jonathan Douglas, direttore della “National Literacy Trust”, di “mettere i bambini sulla giusta strada per un futuro brillante”.

di Martina Pia Picariello 

Lascia un Commento