Gianluca Cappellozza “Boccasette”

di Loredana Simonetti

La provincia rilassa? A volte sì, perché è lontana dallo stress della città ma purtroppo rimane impregnata di sguardi, commenti e soprattutto dei giudizi della gente che se non ha altro da fare, volge lo sguardo all’indietro per dire male di te.

Boccasette è un luogo qualsiasi della nostra memoria, un luogo dei ricordi dell’infanzia che riaffiorano sempre e che condizionano in tante scelte di vita. Il libro di Gianluca Cappellozza dal titolo “Boccasette” parla della consapevolezza di non sentirsi all’altezza dei ruoli che siamo chiamati a ricoprire da adulti, delle incertezze e inadeguatezze che spesso incontriamo e del continuo richiamo disperato delle origini più lontane.

Questo è Boccasette per Cristiano, il protagonista, che più se ne allontana e più sente il richiamo della sua terra, piccolo borgo ormai quasi deserto, che risucchia la vita di Cristiano.

“Il suo primo giorno a Boccasette siglò il suo grande amore per quel luogo. Provò lo stesso colpo di fulmine che ti trafigge quando incontri nella tua vita una bella donna intelligente, alla mano, non ottusa, altruista, pronta ad ascoltarti, con i tuoi stessi interessi culturali e ideologici.”

Il contrasto tra sguardi poetici e colori rupestri condiziona la vita di Cristiano fino all’ultimo. Nella lettura ci si abbandona a queste descrizioni con un po’ di angoscia e di malinconia per la vita che volge al suo declino.

Gianluca Cappellozza
Boccasette
TgBook editore, 2017
PP.97
Prezzo: € 10,00

 

Lascia un Commento