Il diario di Anna Frank raccontato con i segni dalla casa editrice La Meridiana

Moni Ovadia l’ha definito “un ponte per la memoria”: per la prima volta l’indimenticabile testimonianza raccontata nel suo Diario da Anne Frank, la ragazza ebrea simbolo della Shoah potrà essere letta davvero da tutti: “Abbiamo realizzato il primo INBook destinato ai giovani adulti — racconta Elvira Zaccagnino, direttrice della casa editrice la Meridiana — e così finalmente anche le persone con disabilità cognitive e linguistiche potranno avere il piacere di scoprire le parole di Anna Frank racchiuse nel suo diario”. Un testo celebre che, grazie a questo nuovo adattamento nato sotto la supervisione del Centro Studi INBook, potrà essere portato nelle scuole e nelle comunità educative, nelle biblioteche e nelle librerie così che la sua lettura risulti finalmente accessibile a quel pubblico di giovani adulti che si approcciano con difficoltà ai testi tradizionali.

Il Diario di Anne Frank è così tradotto in simboli ed illustrazioni grazie alla casa editrice La Meridiana, per al collana “Parimenti. Proprio perchè cresco” rivolta ai giovani adulti con disabilità: la collana nasce da un progetto condiviso tra edizioni la meridiana, casa editrice pugliese con 30 anni di attività alle spalle, il CDH/Accaparlante di Bologna e l’Associazione Arca Comunità “l’Arcobaleno” Onlus di Granarolo – Bologna. Ha lo scopo di sviluppare libri Inbook favorendone l’accessibilità a un pubblico di lettori giovani-adulti fino ad ora non raggiunti da alcun editore. Parimenti parte dal presupposto di offrire a tutti (tutte le menti ) pari possibilità di accessibilità alla lettura e dunque alla conoscenza, premessa irrinunciabile per un esercizio attivo della cittadinanza. Proprio perché cresco è la risposta al bisogno da parte dei ragazzi di avere strumenti (in questo caso libri) adatti alla loro età e simili nei contenuti ai libri dei loro coetanei.

Lascia un Commento