Indiana Editore, libri di qualità

Diverse novità in libreria per Indiana: ritornano i romanzi a tempo di musica della collana Tracce diretta da Matteo B. Bianchi – con un’innovativa veste grafica e un formato tascabile. Ultime uscite: Tito Faraci, tra i più importanti sceneggiatori italiani di fumetti, racconta in Nato sette volte la reunion dei Litania dopo vent’anni di silenzio. Un romanzo veloce e divertente, una riflessione sul sogno impossibile di vivere un’altra adolescenza, fosse anche per una sola memorabile serata. Sempre per Tracce, Fabio Viola firma Diva futura. Protagonisti un’aspirante e determinata popstar giapponese, dalle discutibili capacità artistiche, e un perplesso ma innamorato fidanzato italiano che cerca di assecondarla. Il risultato è una parabola sul significato dell’apparire, sui sogni di gloria sempre più rarefatti e i sacrifici necessari per emergere. Due le novità per la collana Schegge, in uscita nei primi mesi del 2015. Giuseppe Civati, con Il trasformista, scrive un agile saggio dove indaga il fenomeno – tutto italiano – del trasformismo, più noto come «cerchiobottismo», come chiave interpretativa della politica italiana da fine ’800 al giorno d’oggi, ricco di riferimenti culturali e di intuizioni storiche e politiche. Civati mostra come – da Depretis sino alle larghe intese e al patto del Nazareno – valga ancora il motto del Gattopardo «Tutto cambia affinché nulla cambi». In un periodo in cui l’elettore è sempre più disorientato, il libro si pone come un punto di riferimento della politica intesa come valore. Tutt’altro argomento invece per l’Atlante delle cose nuove, del giornalista Andrea Girolami. Un originale manuale per raccontare e capire la natura del cambiamento culturale che le nuove tecnologie, i social network e la digitalizzazione hanno portato al nostro sguardo sul mondo. Infine per la collana Lucci un romanzo autobiografico su uno dei protagonisti dell’evento più atteso del 2015: Expo. Un libro per appassionati di politica estera e internazionale, che racconta i retroscena, gli intrighi e i meccanismi dietro la storia di un successo italiano.

Lascia un Commento