Infinito Leopardi a Villa Colloredo Mels

Infinito Leopardi. Recanati, 21 dicembre 2018 / 19 maggio 2019, Villa Colloredo Mels
Recanati celebra i duecento anni della lirica più nota del suo poeta con il progetto Infinito Leopardi nello scenario di Villa Colloredo Mels. E’ un percorso che dura un intero anno, intrecciando poesia e arte, conferenze e pubblicazioni, mostre e dibattiti. L’attenzione, e l’emozione, è attratta dall’esposizione di uno dei due manoscritti rimasti del celebre componimento, quello custodito dopo la morte del poeta dalla città di Visso (l’altro si trova presso la Biblioteca Nazionale di Napoli). Ma diversi altri testi, e cimeli, del patrimonio leopardiano sono qui per la prima volta esposti al pubblico e agli studiosi. Una sezione di grande interesse del progetto è costituita dalla sequenza fotografica “Mario Giacomelli.Leopardi, L’infinito, A Silvia, curata da Marco Andreani e Alessandro Giampaoli. Il grande fotografo e pittore interpreta i due canti leopardiani attraverso una connessione quanto mai originale tra letteratura e fotografia. I due lavori, quello su Teresa Fattorini, la Silvia leopardiana è del 1964; l’altro sull’infinito è del 1988. Se ne erano perdute le tracce, ed averle recuperate, esposte, accostate al manoscritto, nel momento in cui vengono restaurate e aperte ai visitatori le antiche scuderie di Palazzo Leopardi dove Teresa-Silvia visse la sua breve vita, rende ben conto di come la poesia leopardiana abbia saputo influire sull’arte contemporanea, riproponendone attraverso la trasposizione fotografica di diverse stampe, un ‘inedita lettura e interpretazione.
gianni zagato 

Lascia un Commento