La mia e la tua guarigione

di Valentina Tonolo

Scopo del libro: “Far veicolare il più possibile un messaggio di consapevolezza interiore”. Modalità: “Decisi di disegnarlo e lo vidi già finito prima ancora di iniziarlo […]. Quando iniziai a scrivere, io divenni il libro […] Istinto e divino, questi i due elementi che guidavano le mie mani sulla tastiera”.

Massimo Boscarino, spirito libero fin da piccolo, è portato naturalmente ad uscire dagli schemi e per tutta la vita è mosso da tre domande: chi ero? Chi sono? Chi sarò?

Tutto accade nell’interiorità in espansione. Un’unica essenza e infinite vite parallele, nel qui e ora, lo spingono alla ricerca delle risposte per aggiungere consapevolezza al suo viaggio interiore, per raggiungere la conoscenza.

Sono vari gli incontri significativi che, come segnali oltre il tempo e lo spazio umani, lo coinvolgono fuori dai confini del possibile.

Ad Assuan, nel sud dell’Egitto passa una serata speciale con un ragazzo che lo accompagna in calesse in giro per il paese, entra nel luogo mistico della Valle dei Re, nella Tomba di Tutankhamon. Viene investito da un vortice dentro di sé che gli annulla ogni percezione fisica e mentale, coinvolgendolo in un’esperienza di difficile comprensione logica.

Non è un momento isolato, ma il primo di una serie di segnali per avvicinarsi alla sua vera essenza. In una visione compare Ninfa, una sciamana non dichiarata, conosciuta nell’infanzia, presenza frequente nella sua vita. Gli appare comunicando importanti messaggi e diventa mezzo verso la libertà dell’anima. Lo avvisa che il suo corpo sta subendo la malattia. Massimo fa gli esami, indaga e scopre di avere la leucemia. La affronta con profondo amore, come un dono che gli permette di uscire dall’oppio esistenziale, di capire chi è veramente, di connettersi con la sua essenza.

Va oltre la malattia, oltre ciò che è temporale, con grande distacco. Comincia a curarsi credendo fermamente nella medicina e, al tempo stesso, a sperimentarsi seguendo i sincronismi degli eventi, i segnali come chiavi d’accesso per entrare in contatto con la propria essenza. Comprende la necessità di varcare il nulla, come “energia in riposo pre-creazione”, riceve la possibilità di alleviare e creare benessere alle persone grazie ad un flusso energetico nelle mani. Dopo otto anni scopre dalle analisi che la malattia è in remissione totale. Come aveva accolto la malattia, con amore e distacco, così accoglie la guarigione.  Entra in vite parallele, e invita i lettori a vivere il suo libro, a interpretarlo ognuno “secondo il proprio sentire; solo questo è il mio volere e il volere dell’universo che mi ha aiutato ad affrontarne la scrittura”.

 

Massimo Boscarino

Dissensi Edizioni, 2016

Pagg 87, Euro 11,00

Lascia un Commento