Marta Russo, mia sorella

di Annarita Paliani

A  ventanni dall’omicidio della Sapienza un racconto intimo fra ricordi e speranze.

 

Il 9 maggio 1997 un colpo di pistola colpisce alla testa Marta Russo. Finirà con ucciderla 5 giorni dopo. E cambierà per sempre quell’idea di allegria che si vive all’interno di una Università. Gli esami, le lezioni, la musica, gli amori, la vita davanti; i progetti.

Ma soprattutto cambierà per sempre e in modo drammatico la vita di una famiglia normale come tante, colpita al cuore nel suo desco familiare.

Nulla sarà come prima. Il processo mediatico prenderà il sopravvento. Il libro di Tiziana, sorella di Marta, è giustamente pieno di rabbia ma pieno di amore, senza pietismi e senza retorica. Un racconto su una separazione atroce. Ma al tempo stesso una narrazione piena di speranza e che finalmente ci dà un ritratto inedito della sorella, per farcela conoscere veramente e non solo con la memoria di quella foto che ha fatto il giro del mondo: una foto di una tessera di identità senza espressione.

Scritto come un diario rivolto alla sorella, Tiziana ci parla della loro infanzia, delle loro risate, delle loro sigarette fumate di nascosto dal padre.

Dei vestiti condivisi, dei loro amori, dei loro sogni. Il prima e il dopo.

Ma Tiziana, la mamma Aureliana e il papà Donato non si sono fermati a quel giorno, non hanno proclamato vendette. Hanno trasformato il loro dolore, decidendo di coltivare un ricordo vivo, pensando a lei ma pensando al futuro: così hanno fondato la Associazione Marta Russo Onlus a favore della donazione degli organi. Aiutare gli altri era il grande desiderio di Marta e c’è riuscita donando i suoi organi.

 

I proventi di questo libro andranno all’Associazione Marta Russo Onlus.

 

Tiziana Russo

Marta Russo, mia sorella

Log, 2017

pp.142, Euro 15,00

 

 

 

Lascia un Commento