Mavaffanguru

di Antonella Quaglia 

 In Mavaffanguru lo scrittore e maestro di meditazione Prem Dayal si insinua tra le pieghe dell’esistenza osservandola con sguardo irriverente, provocatorio e spesso cinico, ma al contempo carico di amore e fiducia nell’essere umano. Insegnando i “Mantra Italiani” del guru Peppino Cocozza, l’autore sprona alla riflessione attraverso l’arma tagliente del sarcasmo, in un’opera che ha come scopo il risveglio della coscienza di un’umanità sempre più annichilita e anestetizzata. Un saggio “poco ortodosso” e proprio per questo meritevole di attenzione, una satira sociologica, un viaggio alla ricerca di una spiritualità perduta, un manuale di sopravvivenza pubblicato in Messico dalla Penguin Random House e divenuto in poco tempo un best seller. Mavaffanguru stupisce per la sagacia e la lucidità del suo autore, che ha deciso di mettere al servizio del mondo le sue conquiste interiori e i suoi metodi di liberazione da una condizione esistenziale che l’uomo ha trasformato da avventura emozionante a gabbia dalle sbarre infrangibili.

Mavaffanguru di Prem Dayal

Titolo: Mavaffanguru

Autore: Prem Dayal

Casa Editrice: Il mio libro

Anno: 2018

Pagine: 152

Prezzo: 20 euro

 

recensione presente sul numero 127 cartaceo

Errata Corrige: su tale numero abbiamo indicato Laterza come casa editrice del libro, in realtà pubblicato da Il Mio libro; ci scusiamo con i diretti interessati

 

Lascia un Commento