Muriel Peretti: un raffinato inno femminile al vissuto

MURIEL PERETTI Passerelle - Ensemble 2019, pp. e86, euro 12,00

Quali e quanti sono i passaggi che una donna attraversa nei cambiamenti della sua esistenza, tra relazioni umane, modi di pensare, mutamenti biologici, attraversamenti del dolore tra malinconia e paura? Sono diversi tra persona a persona ma la sensibilità femminile delle protagoniste descritte da Muriel Peretti nel suo primo libro in italiano, “Passerelle” (Ensemble editore) ne cattura psichicamente alcune tipologie che, filtrate dall’esperienza e lucida facoltà di osservazione dell’autrice, costruiscono un puzzle di emozionanti e delicati racconti impressionistici. I ritratti delle protagoniste, descritti in minuziosi dettagli in terza persona, sono un affresco di poesia e di sensazioni a cui il lettore (e ancor più la lettrice)  sente in qualche modo di appartenere. I ponticelli della mente che si intersecano in quest’opera, concepita in due anni, scrutano le azioni di donne benestanti, nostalgiche, passionali, determinate, bisognose di affetto, ricercatrici di radici familiari, e rappresentano le continue prove a cui la vita ci sottopone: il segreto è camminare a passi lunghi senza voltarsi mai ma rendendo permeabili all’anima quei segni, improvvisi flash accecanti, che hanno contribuito a forgiare e plasmare in ulteriori sfaccettature la nostra personalità.

Diviso tra monologhi interiori, scene da cinema bergmaniano, percorsi introspettiva di un’infanzia ricercata, sfide anacronistiche tra tempo biologico e mentale, esami di coscienza che si scontrano con le azioni di un dialogo in cui il punto di vista femminile prevale sull’altro, questo libricino – strutturato in veloci storie di narrazione senza date e luoghi (solo la natura e l’ambiente riflesso nel proprio sé vissuto incombono) – può essere considerato un agevole manuale di sopravvivenza in cui, nonostante le avversità e gli imprevisti dell’esistenza, uguali per tutti, si riesce sempre ad arrivare alla meta. L’importante non è come o in quanto, l’importante è arrivarci con una matura consapevolezza di cosa la nostra identità ha voluto conservare durante questo complicato e imponderabile tragitto.

di Elisabetta Castiglioni

MURIEL PERETTI

Passerelle

Ensemble 2019

pp. e86, euro 12,00

 

Lascia un Commento