“Non rifiutiamoci”: Una lattina o una bottiglia di plastica in cambio di un libro

Dopo aver lanciato anni fa l’iniziativa del “libro sospeso”, ispirata all’usanza napoletana di lasciare un caffè pagato per un avventore meno abbiente, Michele Gentile, un libraio del Cilento regala libri in cambio di rifiuti in plastica e alluminio. Un modo originale per sensibilizzare sul problema dei rifiuti, promuovere la lettura e sottolineare il ruolo sociale delle librerie nei piccoli centri.
Funzionava, e funziona, in questo modo: il cliente che acquista un libro presso la sua Ex Libris Cafè può decidere di comprarne anche un altro, lasciando il secondo in libreria, sullo scaffale dei libri sospesi allestito dallo stesso libraio nel negozio, magari destinandolo a categorie precise di lettori non abbienti (minori a rischio, ex detenuti, orfani, ecc.) in maniera che il libro possa essere letto da chi avrebbe difficoltà ad acquistarlo. Per avere uno dei libri sistemati in quello speciale scaffale, basta portare in libreria una lattina e una bottiglia di plastica vuote. “Non rifiutamoci” è questo il nome che Michele ha dato al suo progetto, mette insieme l’amore per la lettura con l’impegno a favore dell’ambiente, ed è un’altra tappa di un percorso che mira a salvare le piccole librerie di paese dall’estinzione, sottolineando il loro ruolo sociale e approfittando dell’occasione per ribadire l’importanza della lettura e della cura per l’ambiente. “Non rifiutiamoci” è in realtà solo l’ultima delle tante trovate creative proposte dal libraio cilentano da quando, nel 1985, ha aperto la sua Ex Libris Cafè. Fra le altre, sono da ricordare i viaggi con l’autore, destinata ai passeggeri dei bus sulla tratta Roma-Salerno, i quali per ben 32 volte hanno potuto assistere alla presentazione di un diverso libro in presenza dello scrittore di turno, che alla fine regalava una copia della sua opera a tutti i passeggeri. In seguito a quest’ultima iniziativa, Polla è stata inserita nella lista delle “Città del libro” italiane dal Ministero delle Attività Culturali.
Il libro sospeso si può lasciare da ogni dove, scegliendo il libro e versando l’importo online, cosa che viene ricompensata da una dedica personale sul libro e da un ringraziamento ufficiale sulla pagina Facebook dell’iniziativa.

di Caterina Lucia 

Lascia un Commento