Poesia e cibo. “Di tenero basilico profumi” di Gianluca Emiliani

Questa settimana il tema scelto per la sezione L’angolo della Poesia è “Il Cibo – Poetando con Food&Book”, in assonanza con il Festival Food&Book che si terrà a Montecatini Terme dal 13 al 16 ottobre 2017 e ha come protagonisti noti scrittori che nei loro romanzi raccontano il cibo e chef che lo esaltano nelle loro ricette e spesso in libri di successo.
Le poesie scelte per questo tema sono l’espressione creativa del gruppo facebook di poeti “Le Pleiadi”  che scrivono solo in metrica: la rima baciata, alternata, il  sonetto, l’esametro, la strofe Alcaica, la ballata.  Una sorta di vero e proprio laboratorio presieduto da una bravissima maestra della metrica: Lidia Guerrieri.

Le poesie saranno, come sempre, selezionate dalla nostra collaboratrice Fiorella Cappelli (che potete contattare via email a fiorellacomunicazioni@yahoo.it, sito www.fiocarella.blogspot.itwww.fiorellacappelli.weebly.com) anche lei parte del gruppo “Le Pleiadi”.

La poesia di oggi  è di Gianluca Emiliani.

Di tenero Basilico Profumi
Di te il profumo cerco tra le foglie
di tenero basilico. Fragrante
di salvia la tua mano mi raccoglie
Ed ogni pena scioglie sull’istante
Fra sbriciolii di fresco rosmarino
Mi sento quasi un Pollicino perso
in boschi di prezzemolo e cumino
In marcia azzurra verso il cielo terso
degli occhi tuoi e dei tuoi capelli d’oro
Che odorano d’ origano. E’ carezza
e aroma dell’aneto e dell’alloro
sul corpo tuo, baciato dalla brezza.
Sei maggiorana, e aglio, e aloe e timo
che esplodono nel cuore di chi vanta
d’averti innamorato, ma per primo.
E di odorarti a sera poi s’incanta.
Gianluca Emiliani
Bovezzo (Lombardia)

Lascia un Commento