Poesia e cibo. “In cucina” di Federico Cinti

Questa settimana il tema scelto per la sezione L’angolo della Poesia è “Il Cibo – Poetando con Food&Book”, in assonanza con il Festival Food&Book che si terrà a Montecatini Terme dal 13 al 16 ottobre 2017 e ha come protagonisti noti scrittori che nei loro romanzi raccontano il cibo e chef che lo esaltano nelle loro ricette e spesso in libri di successo.
Le poesie scelte per questo tema sono l’espressione creativa del gruppo facebook di poeti “Le Pleiadi”  che scrivono solo in metrica: la rima baciata, alternata, il  sonetto, l’esametro, la strofe Alcaica, la ballata.  Una sorta di vero e proprio laboratorio presieduto da una bravissima maestra della metrica: Lidia Guerrieri.

Le poesie saranno, come sempre, selezionate dalla nostra collaboratrice Fiorella Cappelli (che potete contattare via email a fiorellacomunicazioni@yahoo.it, sito www.fiocarella.blogspot.itwww.fiorellacappelli.weebly.com) anche lei parte del gruppo “Le Pleiadi”.

La poesia di oggi  è di Federico Cinti

In Cucina
(Sonetto)
Vorrei cantare come zabaione
variegato al caffè sulla mattina,
fischiare come pentola a pressione
più forte fra i tegami di cucina,
vorrei intonare con disperazione
l’inno sulla pancetta che si strina,
borbottare uno schifo di canzone
se il dolce dentro il forno va in rovina,
vorrei, dico vorrei, ma più di tutto
vorrei mangiare un bel manicaretto
prima di dare all’opera costrutto,
tagliatelle al ragù rosso perfetto,
due o tre meloni e un chilo di prosciutto
e per finire un buon ginseng corretto.
Casalecchio di Reno (Bologna),  00 9 ottobre
Federico Cinti

Lascia un Commento