“Quattro piccole ostriche” di Andrea Purgatori. In omaggio per i nuovi abbonati

Alpi svizzere, 2019. Wilhelm Lang riceve una lettera inattesa che apre la porta su un passato che pensava sepolto, quando il suo nome era  Markus Graf. Il mittente è Greta, la sua amante del tempo, collega nel periodo in cui era una spia della STASI.

Nello stesso momento, in un parco di Berlino, un diplomatico russo viene ucciso e ad indagare arriva Nina Barbaro, poco convinta del fatto che dietro il delitto ci sia l’ISIS, nonostante le pressioni politiche per chiudere in fretta il caso. Ma per risolvere il mistero si deve tornare alla sera della caduta del Muro, quando Markus, Nina e Greta percorrono le strade di Berlino, chiamati a scelte decisive per le loro vite. E non solo. Intanto Yuri, ambizioso agente del KGB e Leo Kasprik, psichiatra, cercano di impadronirsi dei dossier sul progetto “Walrus”, che avrebbe dovuto creare quattro micidiali agenti dormienti, addestrati per uccidere e invincibili sul campo.

Andrea Purgatori, sceneggiatore e giornalista investigativo, attualmente al timone di “Atlantide” in onda su La7, fa il suo debutto con un grande libro, che ricorda i migliori thriller spionistici grazie alla perfetta ricostruzione storica e a una trama che tiene il lettore avvinto fino all’ultima pagina.

 

ANDREA PURGATORI

Quattro piccole ostriche

HarperCollins, 2019

pp. 308, euro 18,50

Lascia un Commento