Storie extra-vaganti di un’assistente di volo

di Andrea Coco

Un aeroplano non è soltanto un mezzo di trasporto. E’ qualcosa di più: un non luogo, dove persone convivono in un spazio ristretto e dove è inevitabile che nascano delle interazioni tra passeggeri e l’equipaggio. E Gloria Bolognini, assistente di volo per lavoro e scrittrice per passione, ha saputo cogliere questi fugaci rapporti sociali e raccontarli in una brillante opera, “Girovolando”, edita dalla casa editrice Polaris. Che Gloria sia un’esperta dell’ala, abbia una certa verve, è fuori di dubbio, poiché dell’affascinante mondo dell’aviazione ne fa parte da vent’anni e ha già scritto un libro simile “Passeggeri a spasseggio”. Questa volta, però, il lavoro è più articolato, poiché le storie contenute nel libro sono riunite in tre grandi aree tematiche: Girovagando, (Ex)press e People. Al primo gruppo appartengono i racconti di viaggio dell’autrice. (Ex)press raccoglie, invece, articoli scritti per i giornali, che descrivono il modo dell’aviazione e forniscono ai lettori consigli su come affrontare nel miglior modo possibile il viaggio. Di People, infine, fanno parte, le storie incentrate sulle persone incontrate dall’autrice in volo e a terra, descritte ora con simpatia ora con un filo d’ironia. Un mondo affascinante raccontato, con un pizzico di humor e ironia, da parte di una persona così innamorata del suo lavoro da affermare che “ogni volta che l’aereo accelererà sulla pista di decollo io continuerò a sentirmi felice, insondabilmente, indicibilmente, irrazionalmente felice”.

GLORIA BOLOGNINI

Girovolando

2017, Polaris Editore

pp. 272, euro 13,00

Lascia un Commento