Strategia della crisi

di Giovanni Graziano Manca

Scrittore e traduttore, esperto di lingua e letteratura russe, Paolo Nori è anche autore estremamente prolifico (a partire dal 1999 ha pubblicato una quarantina di romanzi, quasi un record!). Il suo ultimo libro, “Strategia della crisi”, è uscito per i tipi di Città Nuova nel mese di Marzo u.s. Innovativo fin dal suo primo approccio con i lettori (in seconda di copertina del volume l’autore si presenta così: “Paolo Nori, nato a Parma nel 1963, abita a Casalecchio di Reno e scrive deilibri.”), in “Strategia della crisi” lo scrittore emiliano mostradi possedere quella verve e quelle capacità stilistiche che gli consentono di andare all’essenza delle cose senza tanti giri di parole. Le modalità espressive di cui egli si serve, cioè, sono prese a prestito non dall’intellettuale che utilizza un linguaggio colto che è per pochi ma dall’uomo della strada che su ciò che gli succede intorno esprime il suo disagio e/o il suo cogito di senso comune, magari al bar con gli amici,come può. È, paradossalmente, un linguaggio parlato più che scritto, quello di Nori. Quando Nori scrive che “[…] adesso ormai, vent’anni dopo aver deciso di fare questa cosa, scrivere i libri, il mio mestiere, io decodifico questo stato, questo panico, questa condizione di crisi, questo fatto che va tutto male, come un segno che ci siamo, siamo nel panico, siamo in crisi, va tutto male, quindi va bene così, andiamo avanti e anche questa volta verrà fuori un libro che poi, alla fine, mi diranno che è un libro divertente […] esprime anche le difficoltà di adattamento e la sofferenza esistenziale quotidiana di tutti coloro che stentano a stare al passo con le “crisi” che si susseguono e con un mondo che cambia continuamente e spesso non in meglio. Come dire che è il mondo fatto alla rovescia, ad essere normale, mentre sembra impossibile abituarsi alla cosiddetta “normalità”. Ancora più chiaro appare il messaggio a pagina 10 del volume, dove si legge che “[…] a me sembra di essere sempre vissuto in un periodo di crisi e delle volte mi chiedo cosa succederebbe se passasse, la crisi, e ho come l’impressione che ne sentirei la mancanza.” Sembra essere, al centro della riflessione dell’autore, il male di vivere che si fa sentire ma scivola subito via quando giorno per giorno, talvolta, per le più diverse ragioni, molto duramente, si è impegnati a vivere la vita. Lettura consigliata.

Paolo Nori

Strategia della crisi

Città Nuova, 2017

pp. 120 Euro 15,00

LEGGERE TUTTI N.115 OTTOBRE 2017 :

Lascia un Commento