Torna il 26esimo Premio Letterario Internazionale “Latisana per il Nord-Est”

Il 26° Premio Letterario Internazionale “Latisana per il Nord-Est” è pronto a partire e quest’anno vede rilevanti novità: a cominciare dal suo inserimento nel progetto Latisana (si) racconta, un ricco “contenitore” culturale che racchiude al proprio interno filoni letterari, artistici e storici. Il filone letterario è l’essenza del premio, mentre il filone artistico è stato ideato per celebrare il genio di Leonardo Da Vinci in occasione dei 500 anni dalla sua morte. Il filone storico, nasce da uno studio in atto sulla storia della città di Latisana, in collaborazione con l’Università degli Studi di Udine, che terminerà nella pubblicazione di un volume che sarà presentato alla prossima edizione del premio.
Anche per questa edizione, saranno diversi gli appuntamenti in programma, per tutti i gusti e con un occhio di riguardo per i giovani. Il premio, inoltre, è reso possibile grazie al sostegno economico della Regione Friuli Venezia Giulia, di Fondazione Friuli, Banca TER, Coop Alleanza 3.0 e diverse altre realtà, come la Pro Latisana. Per la regione, come ricorda Mauro Di Bert, consigliere regionale, “l’iniziativa di Latisana è un esempio concreto e chiaro di una formula vincente”, mentre Piero Mauro Zanin, presidente del consiglio regionale, dichiara come “l’associazionismo nella nostra regione fa fare un salto avanti rispetto alle altre regioni d’Italia, e per questo la regione investe sul futuro e sulla comunità”.
Inoltre, il presidente sottolinea come ci sia un bisogno di “recupero di quei valori umani che si stanno perdendo, e che la cultura può aiutare in questo recupero attraverso la sua capacità di farci riflettere”. L’iniziativa, istituita già nel 1994 dall’amministrazione comunale di Latisana, vuole far conoscere il panorama del Triveneto e intende promuovere e alimentare il dialogo culturale e la conoscenza reciproca. Inoltre, ha l’obiettivo di valorizzare la narrativa di quest’area di confine, e proprio per questo, negli anni, si è allargato anche alla vicina Slovenia, all’Austria e alla Croazia.
Nei finalisti della sezione narrativa troviamo: “Tutto il resto è provvisorio” di Guido Barbujani (Bompiani), “Non c’è stata nessuna battaglia” di Romolo Bugaro (Marsilio) e “Il capitano della Torre di Galata” di Cristiano Caracci (Santi Quaranta). Per quanto riguarda la sezione Leonardo, invece, i finalisti sono: “Non girarti dall’altra parte” di Pierluigi di Piazza (Ediciclo), “Lievito madre” di Silvano Gonzato (Neri Pozza) e “Ars combinatoria” di Mario Turello (La Nuova Base).
Infine, il vincitore del Premio Territorio è Emanuela Canepa con “L’animale femmina” (Einaudi).

Gli eventi principali
Si inizia giovedì 5 settembre alle 18.30 con la conferenza “Un paese, un fiume. Storia di Latisana dal Medioevo al Novecento”. L’incontro si terrà alla sala consiliare del municipio, in piazza Indipendenza, 74 Latisana. Interverranno
Andrea Zannini, Paolo Ferrari, Bruno Figliuolo, Viviana Grego e Cristina Zanetti. Intervento musicale a cura della Scuola Comunale di Musica.
Sabato 7 settembre, alle 21.00 al Teatro Odeon (via Vendramin, 72) ci sarà lo spettacolo “Leonardo” di e con Vittorio Sgarbi (biglietti su Ticketone.it - informazioni su www.azalea.it). Lo spettacolo è stato ideato in occasione dei 500
anni dalla morte di Leonardo Da Vinci.

Venerdì 13 settembre, alle 18.00 al Caffè Garibaldi di Latisana (piazza Garibaldi, 14), la presentazione del libro “Locanda Tagliamento” di Bottega Errante Edizioni, con l’intervento degli autori Fabiana Dallavalle, Luca Alfonso d’Agostino e Paolo Forte.
Mercoledì 25 settembre alle 10.00 (teatro Odeon) la conferenza ”Sin(es)teticamente Leonardo. La scienza alle radici del genio” di Silvia Pittarello.
Dal 24 al 26 settembre, ancora, alla biblioteca comunale di Ronchis (piazzetta Glemonassi, 2) ci sarà il “Laboratorio sulle tracce di Leonardo”, un incontro di narrazione con esplorazione di macchine.
Venerdì 27 settembre alle 20.45 al teatro Pasolini di Cervignano (piazza Indipendenza, 34) con lo spettacolo “Io, Leonardo da Vinci. Vita segreta di un genio ribelle” di e con Massimo Polidoro.
Infine, sabato 5 ottobre alle 18.00 (teatro Odeon) la cerimonia di consegna del 26esimo Premio Letterario Internazionale “Latisana per il Nord-Est”.
Presenta Andrea Scanzi con letture di Moni Ovadia, mentre l’intervento musicale sarà a cura della Scuola Comunale di Musica. Durante la serata verranno presentati i finalisti e proclamati i vincitori del Premio.

di Caterina Lucia

Lascia un Commento