Vinicio Capossela premiato dalla Dante Alighieri

Mercoledì 10 giugno a Palazzo Firenze (Roma) è stato consegnato dal Presidente Andrea Riccardi e da Tullio De Mauro il riconoscimento della Società Dante Alighieri a Vinicio Capossela. “Il paese dei coppoloni (Feltrinelli)” è stato infatti valutato dai circoli di lettura dei Comitati italiani ed esteri della Società Dante Alighieri il migliore tra le opere finaliste al Premio Strega 2015. I 129 lettori, distribuiti tra Malaga e Parigi, Tunisi e Praga Tirana e Roma, Skope e Benevento hanno così votato: Vinicio Capossela 18 voti; con 17 per Elena Ferrante e 14 per Mauro Covacich.

La  Dante Alighieri ha come fine «tutelare e diffondere la lingua e la cultura italiane nel mondo, ravvivando i legami spirituali dei connazionali all’estero con la madre patria e alimentando tra gli stranieri l’amore e il culto per la civiltà italiana».

Lascia un Commento