“Vita su un Pianeta Nervoso” di Matt Haig, recensione del Circolo-Club di Lettura Leggere:Tutti

Stress, ansia, nervosismo, frenesia e solitudine. In che modo affrontare tutto questo in un mondo che non ci aiuta e che ci rende sempre meno umani? Come e in cosa trovare la felicità nel ventunesimo secolo? Come smettere di avere paura di invecchiare? Matt Haig, attraverso questi ed altri interrogativi, prova a darsi e dare delle risposte ai suoi lettori tramite l’esperienza di percorsi personali e prendendo in considerazione analisi di teorie filosofiche, la dipendenza dalla tecnologia nell’uso e abuso dei Socialnetwork (siamo sempre più connessi e soli), “milioni di esseri umani ormai conversano più spesso tramite messaggi di testo che faccia a faccia”. E’ proprio sulla solitudine che si tramuta in ansia che Haig cita un grande filosofo: Soren Kierkegaard considerato il punto di origine dell’esistenzialismo, tanto diffuso nel novecento. Haig sostiene: “l’ansia, per citare Kierkegaard, può anche essere -la vertigine della libertà- ma tutta questa libertà di scelta è davvero un miracolo.” Per Kierkegaard l’ansia, ossia l’angoscia, nasce da un difficile rapporto dell’essere umano con il mondo: l’uomo è infinitamente solo e vive la sua vita come “quel singolo”. E da singolo ognuno può impostare la propria esistenza sulla base di innumerevoli combinazioni, di fronte alle quali è necessario un atto di scelta, e all’idea di dover scegliere siamo in preda all’angoscia. Haig a sua volta sostiene: “Eppure nonostante le scelte siano infinite, le nostre esistenze si svolgono su un arco temporale finito. Non possiamo vivere ogni vita… Dobbiamo rivedere le scelte che abbiamo davanti. Scoprire cosa va bene per noi e lasciar perdere il resto. Non è necessario un altro mondo. Tutto ciò di cui abbiamo bisogno è già qui, se smettiamo di credere di aver bisogno di tutto.”
Tra i vari interessanti a attualissimi argomenti che Haig prende in considerazione, quali le paure, lo shock di sistema, il sovraccarico esistenziale… c’è anche “Una breve sezione sul sonno”, l’importanza del sonno nella società di oggi e “come riuscire a dormire su un pianeta nervoso”. Non mancano comunque i desideri, le speranze, i suggerimenti alla ricerca della felicità ma anche quelli di “accettare noi stessi anche quando ci ammaliamo, accettare quel momento di sofferenza, per poi lasciarla andare”.

Circolo-Club di Lettura Leggere:Tutti
F.Cappelli;A.Appolloni;A.Bosco;
M.Zanarella;M.R.Guerra:A.AJ.Bulfone

2019 Edizioni e/o
Autore Matt Haig
pp.416; Euro 15,00

Lascia un Commento